Un nuovo spazio dedicato a tutti coloro che vogliono 

esprimersi e partecipare alla vita di Bucaneve

 
Bucaneve

Bucaneve

Raquel e Coline sono due giovani ragazze provenienti rispettivamente dalla Spagna e dalla Francia. Sono arrivate al Centro Bucaneve a Novembre 2018 e resteranno in Italia per circa nove mesi come volontarie. E’ grazie ai progetti di Volontariato Internazionale promossi dall’Unione Europea che tantissimi ragazzi come loro, ogni anno scelgono di vivere esperienze significative, offrendo il loro tempo, le loro competenze e il loro entusiasmo a realtà impegnate in ambito sociale come Bucaneve. La Cooperativa crede fortemente nel valore di queste esperienze, per questo da diversi anni aderisce a questa rete europea di Volontariato.

 

 “Un’esperienza vale più di mille racconti. E’ un bagaglio che si è porta con sé. E’ un ricordo che non si cancella”  

 

 

                                                                                                                                          

 

Raquel e Coline sono attualmente coinvolte all’interno dei servizi del Centro Bucaneve e offrono il loro aiuto affiancandosi a PierGiulia, Manuele, Anna, Laura, Michele e ai tanti altri ragazzi disabili della Cooperativa. Numerose sono le attività e le esperienze in cui sono coinvolte ogni giorno tra cui, per esempio, i momenti di vita e di condivisione quotidiana, come l’accoglienza mattutina ed il pranzo; i diversi Laboratori artistici, tra cui quelli di Colore e di Carta Riciclata; le tante attività dedicate all’espressione e alla riabilitazione corporea, tra cui la piscina, il judo, la ginnastica sensoriale e l’aromaterapia; ma anche momenti ricreativi quali la cura del giardino e dell’orto, il Laboratorio di Teatro, le uscite in barca a vela e molto altro ancora.

 

“Attraverso questi progetti, vengono offerte reali opportunità di incontro e confronto tra diverse culture. Si favorisce e si facilita una vera integrazione sociale tra giovani e disabili”.

 

 

 

 

 

 

Domenica 19 Maggio i Volontari della Cooperativa saranno presenti nelle Piazze di Casaloldo e di Gazoldo 

Anche quest’anno i volontari della Cooperativa saranno presenti in alcune piazze del territorio per valorizzare l’impegno creativo con cui i ragazzi disabili quotidianamente si esprimono all’interno dei Laboratori Artistici del Centro, e al contempo per sensibilizzare il più possibile l’intera collettività invitando tutti a condividere e prendere parte ai tanti progetti che Bucaneve sta perseguendo, con una donazione e/o destinando il 5perMille delle imposte scrivendo il codice 01335990204 nell’apposito spazio della Dichiarazione dei Redditi, del Modello Unico, del Modello 730 o del CU (che va poi consegnato a un patronato o a un ufficio postale).  La prossima Domenica 19 Maggio quindi, nelle Piazze di Casaloldo e di Gazoldo, nel corso della mattinata verranno allestiti alcuni stand con diversi prodotti e manufatti realizzati dai ragazzi, ed in particolare vasetti di terracotta dipinti e decorati a mano con fiorellini, piantine grasse e di stagione. Un vivace e coloratissimo ornamento per giardini, davanzali e balconi, ma anche per fare un pensiero unico e speciale, compiendo di fatto un gesto di concreta solidarietà. L’intero ricavato di questa iniziativa infatti sarà destinato a favore di attività, esperienze, servizi e nuovi progetti. Confidando nel bel tempo e nella sensibilità di tutti, Bucaneve si augura che in tanti aderiscano a questa importante iniziativa! (per maggiori informazioni su questo evento e sulle molte proposte disponibili all’interno Bottega Solidale della Cooperativa: Uff. tel. 0376 780675 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.cooperativabucaneve.it)

“Creattiva” è la Fiera delle Arti Manuali che si svolge a Bergamo a Marzo e a Ottobre; un evento di riferimento in Italia, un successo che oggi vanta ben 20 edizioni. Inaugurata infatti nel 2006 da un’idea di Carlo Conte, la manifestazione ha superato i dieci anni di vita e al momento coinvolge quasi 300 aziende del settore, offrendo ad un ampio pubblico di appassionati ed esperti del settore, una esposizione di oltre 15000 mq. Le aziende espositrici hanno qui l’occasione di promuovere materiali, attrezzature, nuove tecniche e prodotti, anche realizzando corsi e dimostrazioni, esponendo articoli che spaziano dalla cucina creativa alle composizioni floreali, dal decoupage alla decorazione, fino alla didattica finalizzata alla manipolazione di materiali come carta, vetro, ceramica, tempere, tessuti e molto altro ancora. Il successo dell’evento è di fatto in continua crescita offrendo a tutti i visitatori un contesto accogliente e accessibile, in cui ognuno ha l’opportunità di scoprire e valutare nuove opportunità, nuove tecniche e materiali. “Questa manifestazione si basa su un concetto diverso rispetto a quello delle fiere tradizionali. – spiegano gli organizzatori - Un progetto innovativo che porta in fiera anche un modo diverso di fare cultura. La cultura che gli espositori, che sono spesso artisti, artigiani e studiosi delle arti manuali, trasmettono attraverso centinaia di laboratori, dimostrazioni e work shop che si trasformano in autentiche lezioni su prodotti e/o tecniche, sia classiche che innovative.” I tanti visitatori sono quindi in un certo senso non solo i destinatari ma anche i veri protagonisti della manifestazione, in un tripudio di colori e fantasie.

 

    

 

Ecco perché sempre più scuole, enti e associazioni da tutta Italia stanno scegliendo di visitare l’esposizione, proprio come ha fatto Cooperativa Bucaneve. Nei giorni scorsi un gruppetto di disabili della Cooperativa ha infatti vissuto un’intensa giornata all'interno del polo fieristico alla scoperta di tecniche e materiali, alla caccia di idee e di nuove possibilità artistiche con cui continuare ad alimentare i tanti Laboratori e le esperienze creative che animano la quotidianità al Centro Bucaneve. Nadia, Claudio, Marta, Cristian, MariaGrazia insieme alle operatrici Cinzia e Katia hanno così esplorato stand e padiglioni, entusiasti e curiosi, attirati e stupiti dall'universo di colori e di possibilità in cui si sono trovati vivacemente immersi.

  

L’esperienza a “Creattiva” è stata davvero preziosa, una concreta e significativa occasione di scoperta, una opportunità di crescita e di confronto che troverà voce ed espressione in tanti nuovi manufatti: prodotti solidali che i ragazzi della Cooperativa realizzano con passione e grande impegno, e che si possono trovare presso la Bottega Artigianale del Centro Bucaneve, per festeggiare eventi e occasioni particolari, per fare un pensiero o un regalo, ma anche per bomboniere e partecipazioni con cui celebrare cerimonie e momenti speciali. (per informazioni su prodotti e bomboniere solidali: Uff. Bucaneve tel. 0376 780675 -  www.cooperativabucaneve.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Un gesto con cui aiutare in modo concreto i tanti giovani e adulti disabili che si affidano alla Cooperativa. 

 

Arriva la Primavera ed è tempo di rivolgersi a Caf e consulenti per compilare Dichiarazione dei Redditi, Modello Unico, Cu o 730. Un periodo certamente importante e delicato per tutti, privati cittadini ed Aziende, ma anche per le tante realtà impegnate in ambito sociale come Bucaneve. “Sono settimane determinanti – spiega Roberta Salomoni, Presidente della Onlus castellana – in cui è fondamentale promuovere il più possibile sul territorio la possibilità di partecipare e sostenere concretamente le attività, i servizi e i progetti che stiamo perseguendo, compiendo un gesto semplice e privo di qualsiasi costo: destinare il proprio 5perMille a Bucaneve.”

 

Anche quest’anno infatti, lo Stato ha confermato la possibilità per tutti i cittadini di esprimere la propria preferenza, ovvero di destinare questa piccola percentuale delle proprie tasse a favore di chi è più fragile. Compiere questa scelta a favore di Bucaneve è davvero facile: basta una firma ed inserire il codice 01335990204 nell’ apposito spazio “sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale”.

 

 

 “Siamo fiduciosi – continua Salomoni - che sempre più concittadini ed Aziende comprendano l’importanza di questo gesto ed esprimano la propria scelta. Si tratta di aiuto tangibile e fondamentale per Manuele, Stesi, Barbara, Luca, Anna, Michele e i molti altri disabili che quotidianamente sono accolti al Centro Bucaneve. In questo senso, a nome di tutta la Cooperativa, rivolgo uno speciale “Grazie” alle moltissime persone, alle famiglie, agli amici, ai volontari e ai generosi sostenitori che già stanno condividendo questo impegnativo cammino di solidarietà, perché con la loro presenza stanno trasformando in realtà tanti obiettivi importanti”.

Ne sono un esempio il recente acquisto di un nuovo pulmino debitamente attrezzato, con cui si sta garantendo ed ottimizzando il trasporto quotidiano dei ragazzi dalle rispettive case e nelle diverse attività realizzate sul e con il territorio, come le sedute di idroterapia in piscina, gli incontri di sport integrato, i laboratori artistici e teatrali con le Scuole; e poi la realizzazione all’interno degli spazi del Centro di una nuova stanza “Snoezelen”, ovvero una stanza dotata di attrezzature e stimoli particolari, che rendono possibili specifici interventi riabilitativi e percorsi multisensoriali, destinati a coinvolgere in modo efficace anche quanti affrontano le fragilità più gravi e complesse.

 

                                          

 

 

Scegliere di destinare il 5perMille a Bucaneve, quindi, è in definitiva un gesto davvero semplice e alla portata di tutti, ma anche di grande senso oltre che di concreta solidarietà, con cui continuare a far crescere la Cooperativa e migliorare l’intera comunità.

Sono iniziati proprio in queste settimane infatti i primi incontri di una nuova esperienza laboratoriale, in questo caso rivolta ai piccoli allievi della Scuola dell’Infanzia di Castel Goffredo.Un percorso ideato e progettato in sinergia dai referenti della Cooperativa e le varie insegnanti, che intende offrire una concreta occasione di incontro e di inclusione, ed alimentare e favorire l’espressività artistica e corporea, le capacità relazionali e creative insite in ognuno. Un progetto nato con l’obiettivo di dare voce ad un tema importante come la grinta, intesa come tenacia, determinazione, capacità di superare situazioni, capacità di resilienza; proposto a bambini e ragazzi attraverso la condivisione di un racconto dell’autore Leo Lionni: la storia di “PEZZETTINO”. Un breve e toccante romanzo di formazione, un bellissimo esempio di letteratura per l’infanzia che racconta del viaggio di ricerca che il protagonista intraprende per capire chi è, perché lui, cosi piccolo, a confronto con gli altri si sente fragile, insicuro, incapace. “Il suo nome era Pezzettino. - così inizia il racconto - Tutti i suoi amici erano grandi e facevano cose meravigliose.

 

 

 

 

Lui invece era piccolo e di sicuro era un pezzetto di qualcuno, pensava, un pezzetto mancante…”. Ecco allora spiegato il bisogno di intraprende un viaggio, una ricerca che consente a Pezzettino, e a bambini e ragazzi con lui, di arrivare a comprendere il valore della propria identità, della propria unicità, e soprattutto all’ accettazione dei propri limiti e di quelli altrui. Dentro ciascuno infatti può nascondersi un Pezzettino, un po’ spaventato e desideroso di trovare risposte, portatore di una indiscutibile unicità che necessita solo di spazi, modi, tempi per potersi esprimere.

 

 

 

E proprio questo è in sintesi il senso più profondo di questo e di altri Laboratori promossi da Bucaneve: valorizzare la diversità nelle sue caratteristiche di originalità, di simpatia, di imprevedibilità creativa; rafforzare l’identità personale e promuovere un modo diverso di guardare all’ infanzia e alla disabilità, favorendo l’inclusione sociale tra soggetti diversi per età, genere, cultura. Nel corso dei prossimi mesi saranno quindi ancora numerosi i momenti che favoriranno l’incontro tra i disabili della Cooperativa, e i bambini e i ragazzi delle Scuole, attraverso esperienze di teatro integrato, attività ludico-motorie, iniziative artistiche e creative, percorsi formativi e informativi che confermano l’impegno e la volontà di Bucaneve di continuare a fare rete, di partecipare alla creazione di un forte patto di comunità, promuovendo atteggiamenti di accoglienza e sensibilità, ovvero il coraggio di andare alla ricerca di sé anche attraverso il confronto con gli altri.

 

 

Continua la proficua e significativa collaborazione tra la Cooperativa castellana Bucaneve e gli esperti di “TeatroMagro”, realtà del mantovano da tempo impegnata in iniziative e progetti di formazione teatrale in contesti legati al mondo della scuola e del sociale, così come nella produzione di spettacoli, rassegne, performance e laboratori di promozione culturale. Dall’incontro del gruppo con la Onlus castellana è nato in questi anni un importante sodalizio, una esperienza laboratoriale che sta coinvolgendo i giovani e adulti con disabilità che frequentano i servizi del Centro Bucaneve, offrendo a ciascuno l’opportunità di sperimentare e di sperimentarsi, di maturare o semplicemente di disvelare attitudini e capacità, e talvolta anche un vero innato talento.

 

E’ il caso di Abramo che, fin dai primi incontri di questo avventuroso percorso, ha dimostrato grande entusiasmo e curiosità, una particolare naturalezza scenica e un’autentica spontaneità. Nasce così “Abramo is present”, una performance ideata da Flavio Cortellazzi, in cui Abramo agisce e interagisce con il proprio spettatore, senza alcun canovaccio, senza alcun copione; semplicemente vivendo dell’istante, dell’energia che inevitabilmente fluisce, attraverso un gioco di sguardi, la provocazione di un gesto, il non detto di un sorriso.

 

“Siamo davvero molto felici e fieri – afferma Michel Roupain, educatore della Cooperativa – che Abramo, con la sua performance, dopo aver raccolto grandi consensi nel corso dell’evento “TorinoToBeDifferent”, tenutosi a Torino lo scorso giugno, sia stato adesso coinvolto dall’Associazione “ZeroBeat” di Mantova, per partecipare presso la sala polivalente BEATNIK di San Benedetto Po, alla manifestazione “In Luce Leggermente Fuori Fuoco”. Una rassegna davvero particolare, con un calendario tutto in evoluzione che, inaugurato a gennaio, durerà fino a primavera, offrendo a tutti performance di grande significato, proprio come quella di Abramo: un tempo, uno spazio, in cui la realtà scenica si innerva nel reale della vita, dialoga con la dimensione evocativa di un gesto, di una immagine, fa il paio con l’imprevedibile, con l’espressività corporea, con la spontaneità emotiva, in un continuo gioco di equilibrio e di scambio con il pubblico, con la realtà, il territorio.

 

                                                                                                                                                                                                                  Abramo is present

 

 In coda per la performance di Abramo a Zerobeat

 

Per maggiori informazioni sulla rassegna: www.zerobeat.it.

Pagina 1 di 6

Informazioni

  • Via F.Ferrari 71/A
  • 46042 Castel Goffredo, Mantova
  • Tel. 0376-780675
  • Fax 0376-779668
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Sito realizzato con il contributo di Rotary International - Club Castiglione Delle Stiviere

RESTA IN CONTATTO

Visita la nostra pagina Facebook e il nostro account Instagram.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti per essere sempre informato su tutte le novità e le iniziative promosse da Cooperativa Bucaneve.